fbpx

SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

14 Maggio 2024
20:30
Abaco Teatro
SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

martedì 14 e mercoledì 15  Maggio 2024

ore 20.30 – Mare e Sardegna
di David Herbert Lawrence – regia Simeone Latini
con Marco Masala

ore 21.00 – IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

🎟𝐁𝐈𝐆𝐋𝐈𝐄𝐓𝐓𝐎 10€
Biglietteria Teatro delle Saline
ℹ️ 𝙋𝙚𝙧 𝙞𝙣𝙛𝙤𝙧𝙢𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙞 𝙚 𝙥𝙧𝙚𝙣𝙤𝙩𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙞

Abaco Teatro

presenta

IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

da  Fëdor Dostoevskij

adattamento teatrale e regia di Rosalba Piras e Tiziano Polese

 

con

Tiziano Polese

e la partecipazione di

Rosalba Piras e Tonio Cireddu

 

scenografia Ferruccio Ambrosini

ricerca e montaggio video Tonio Cireddu

ricerca musicale Franco Saba

organizzazione Manuela Orlando

Il Sogno di un Uomo Ridicolo è la versione teatrale dell’omonimo racconto di Dostoevskij nell’interpretazione di Tiziano Polese. Grazie ad una drammaturgia vivace e ricca di momenti ironici, scandito da musiche pop e testi contemporanei, propone attraverso scenografie visuali a cura di Tonio Cireddu e Franco Saba, i dilemmi fondamentali della riflessione dostoevskiana sul significato ultimo dell’esistenza, l’eventualità di una vita ulteriore, la possibilità di ritornare ad uno stato di natura edenico e incontaminato sulla base di un riassetto sociale, tra suggestioni di matrice evangelica, shakespeariana, influenze rousseauiane e viaggi fantastici nell’oltre mondo. Lo spettatore scoprirà infine che quello dell’uomo ridicolo è un sogno in cui ci si può specchiare, una visione coinvolgente della vita del mondo, che, per il protagonista, rimarrà chiusa nell’indifferenza di un manicomio.

 

Lo spettacolo. Scritto da Dostoevskij intorno al 1876 come racconto, il Sogno di un Uomo Ridicolo disegna un uomo che si definisce pazzo, deriso da tutti, e da sempre estraneo alla società, per cui decide di mettere in pratica l’idea del suicidio. Tuttavia, vi è un momento in cui nell’indifferenza che lo ingloba, in lui si forma una crepa quando gli si avvicina all’improvviso una bambina disperata, in cerca di aiuto, ovvero la vita nella sua crudezza. Nulla può fare per lei, se non scacciarla. Tornato a casa con l’intento di spararsi, piomba in un sonno profondo e improvviso; sogna di essere catapultato in una terra identica alla nostra ma incontaminata, in cui gli uomini sono puri, bellissimi, privi di angosce e colpe. Per quegli esseri niente è indifferente, poiché sentono di non dover capire l’esistenza, ma solo goderne. Sono uomini innocenti, non hanno scienza o religione, perché la vita non va studiata, o posseduta, ma solo vissuta. Quel pianeta è incontaminato, e gli esseri senza peccato vivono in simbiosi con una natura meravigliosa, in cui gli uomini e gli alberi si capiscono e possono comunicare, dove i bambini sono di tutti e dove non esiste malizia e corruzione. Ma l’uomo ridicolo, senza volerlo, porta in quel mondo la malizia, la seduzione la corruzione e tutto degenererà in un travolgente crescendo che provocherà il suo risveglio fisico e dell’anima… con un toccante finale.

Share:
Tutti i contenuti all'interno del sito, immagini e testo è coperto da copyright, ed è vietata la riproduzione e copia intera e parziale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi